Tag

, , , , ,

E anche questo Sabba se n’è andato… questo Sabba che, lo confesso, tanto mi spaventava: Mabon, l’Equinozio d’Autunno, il tempo del Raccolto… ed io con questa mia netta sensazione che quest’anno non avrei avuto nulla da raccogliere.
E’ passato, ma è solo l’inizio, perché ho avuto le mie risposte, che non sono altro che nuove domande… ma qui, in questo blog, per voi, ha poca importanza.
La meditazione è andata molto diversamente dal previsto.
Quando ho attraversato il bosco, i miei piedi camminavano in una sorta di rivo melmoso, e al posto degli animali della foresta mi sono vista circondata da rane, e qualche serpente: sono due simboli di cambiamento, di trasformazione… le rane, in particolare, che erano così tante, sono l’evoluzione, ma anche la transizione dall’acqua alla terra e viceversa.
L’acqua, il mio elemento; la terra, quello che cerco di imitare.
Arrivata alla fine del bosco, non ho trovato il sole che avevo lasciato entrando, né la radura prevista dalla meditazione. Ho trovato la notte, la luna piena, il lago… il mio lago, quello dei miei sogni d’adolescente, dei racconti che scrivevo, il luogo segreto della mia anima.
Ero tornata a casa.
Ed ho compreso che non è vero che non ho raccolto nulla… solo, non ho raccolto quello che avevo previsto di raccogliere, quello che mi aspettavo.
E da qui, la consapevolezza, che poi è lo scopo di questo post: ho raccolto altro da quello che progettavo, semplicemente perché senza accorgermene ho seminato altro.

Chiariamo, e veniamo a noi.
Spesso succede che, più o meno consapevolmente, realizziamo di non aver raggiunto i nostri obiettivi, o realizzato dei progetti. Di non essere, per semplificare, dove volevamo essere.
E allora diamo la colpa al destino, alla sfortuna, agli altri… non ci fermiamo invece mai a pensare, a chiederci se davvero abbiamo lavorato per quegli obiettivi specifici. Magari, crediamo davvero di averlo fatto, e non ci rendiamo conto che durante il cammino ci siamo persi in obiettivi secondari, o abbiamo deviato dallo scopo, o, semplicemente, per errore di calcolo, non abbiamo fatto ciò che veramente andava fatto per quello scopo.
Io, per me, ho davanti un anno impegnativo, in cui trovare i giusti semi e avere la costanza di farli fiorire… e voi?

1236472_10201361781277913_893208298_n

Annunci